La lunga scia di Instagram e il business delle app parallele

Scritto da: -

Ecco un elenco di applicazioni nate sulla scia del successo di Instagram, capace di generare non un nuovo settore di mercato attorno all'uso dell'immagine.

instagram-app.jpgNel corso degli ultimi mesi mi sono appassionato molto al mondo della fotografia digitale. O meglio, dell’immagine digitale. Forse ha ragione Fabio Lalli quando sostiene che Instagram è una rivoluzione pari a quella degli Mp3. O sarà che l’iPhone rispetto ad Android ha tutta una sua cultura della foto, da cui non a caso è nato il fenomeno dell’iPhoneografia. A celebrare il successo dell’immagine digitale c’è oggi anche un nuovo social network come Pinterest, uno dei trend social del 2012.

Fra questi c’è l’uso delle immagini e delle foto da parte dei brand. Sempre con Lalli ne ho parlato su Republi&Queen, un blog dedicato a social media e marketing. Oggi invece volevo prendere spunto da un post di Jeff Bullas sulla capacità di Instagram di integrare tre mondi: mobile, social media e foto.

Bullas individua diversi servizi legati all’ecosistema Instagram. Li passo in rassegna aggiungendo qualche spunto mio. Eccoli:

  • iDarkroom: un’app per modificare le foto. Sembra assurdo partire da questa, ma forse è proprio questo il principale effetto di Instagram: spingere sempre più la gente a modificare le foto prima di condividerle. Tutti i blogger prima o poi ci passano: ecco la mia prima lista di app per l’iPhoneografia.
  • Webstagram: fondamentalmente un Instagram Web Viewer che consente agli utenti di armeggiare quasi come sull’app. Utile per chi non ha Instagram per vedere cosa si cela in questo mondo. Io qui aggiungerei Followgram (guarda a caso una delle startup di Lalli - eh sì, pare proprio sia il mio punto di riferimento sul tema) che ti permette di creare la tua vanity url e avere in pratica il tuo foto-blog autogenerato da Instagram;
  • Postagram: al momento credo sia attivo solo in Usa, perché nello store Italiano non c’è (loro però dicono che spediscono in tutto il mondo). In sostanza trasforma le foto di Instagram in cartoline. In alternativa si possono sempre stampare le proprie foto con Prinstagram o trasformarle in calamite da appicciare al frigo con Stickygram;
  • Se pensi di essere capace di creare capolavori, c’è CanvasPop per trasformare le foto di Instagram in quadri da appendere al muro.

Se ti appassiona il tema ti consiglio di dare un’occhiata anche a Instagram Apps su Tumblr. Su Mashable c’è una lista di Instagram app orientate al desktop, fra cui ho scelto Screenstagram per usare come screensaver le foto di Instagram. Un altro interessante elenco è su Photojojo, che mi ha fatto conoscere Cartagr.am, sito che mostra le foto più popolari sulla mappa del mondo (da cui lo screen sopra) e Instameet, per incontrare altri instagramer.

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 9 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su La lunga scia di Instagram e il business delle app parallele

    Posted by:

    Ciao, il link Cartagr.am è sbagliato.... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su La lunga scia di Instagram e il business delle app parallele

    Posted by:

    grazie khelidan, ho corretto Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Comunitadigitali.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Tecnologia di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano