Massimo Marchiori lascia Volunia: ecco perché

Scritto da: -

Impossibile sviluppare il progetto che aveva in mente perché qualcuno voleva approfittarsene. E allora Massimo fallo altrove!

Alla fine Massimo Marchiori (di cui ho scritto un profilo tempo fa)ha lasciato Volunia. Ho ricevuto poco fa la lettera con cui Massimo dà l’annuncio (è stata pubblicata integralmente da Wired.it). Nelle sue parole c’è la tristezza di chi si rende conto che non è più in grado di realizzare il progetto che aveva studiato: Cominciamo dalla fine: non sono più direttore tecnico di Volunia. E non solo: non dirò più una sola parola tecnica, non darò più un’idea, non contribuirò alla manutenzione ed al miglioramento nè del codice che ho scritto, nè degli algoritmi che ho dato al progetto, e non ne creerò mai più di nuovi. A meno che la situazione non cambi.

In realtà io penso che questo sia un momento molto importante nella vita di Massimo. Che magari oggi è incazzato come una bestia (mi ha detto che preferisce non parlare per evitare di sbottare), ma è appena passato attraverso il momento più difficile della carriera di uno startupper: il fallimento.

Ora è pronto per avere successo. Spero davvero che non torni all’università, ma che cerchi di sviluppare le idee che ha in mente altrove.

Massimo scrive: Mi sono immerso anima e corpo in questo progetto per la bellezza di far progredire il mondo del web, per il piacere di dare una scossa al futuro e fare qualcosa di utile. Ed anche per altri motivi, come quello di dare stimoli all’Italia, mostrare che si deve cercare di innovare, e non serve necessariamente scappare da questo Paese per farlo.

Ed ecco il perché se ne va: Lascio la direzione tecnica di Volunia perché qualcun altro vuole farla al posto mio. Vuole poter decidere tutto, senza di me. E si è quindi sostituito alla mia posizione, intimandomi di farmi da parte. Di fronte a questo io sono rimasto esterrefatto. Qualcuno ha pensato che dopo tutti questi anni, lavoro e sacrifici, l’infrastruttura del progetto è pronta a partire, ora ci si può sostituire a chi ha ideato e creato questo progetto.

Coraggio Massimo, il bello comincia adesso! Volunia la puoi fare da un’altra parte, in un modo diverso e migliore. Avevo scritto che Volunia sarebbe stata un successo comunque e ne resto convinto.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Massimo Marchiori lascia Volunia: ecco perché

    Posted by:

    bah................ Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Massimo Marchiori lascia Volunia: ecco perché

    Posted by:

    ha fatto bene, una cagata pazzesca che non si è mai capito a cosa serva sto volunia.... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Massimo Marchiori lascia Volunia: ecco perché

    Posted by:

    quando una persona,che si ritiene importante,LASCIA il suo posto,vi sono sempre diversi motivi personali,che nella maggioranza dei casi si dimostra delusione e poca fiducia in se stessi. Spesso manca la fiducia nei soci,collaboratori,ma se la persona che intende lasciare è debole o pensa di aver sbagliato in qualche cosa,è nel torto. Una persona forte,decisa,competente nel proprio lavoro,che inoltre ha creato un nuovo motore di ricerca che si prefiggeva di competer con altri,non fugge............ma COMBATTERE a testa bassa se crede di essere nel giusto. Forse per molti è puà facile abbandonare,ma spesso è anche un segno di debolezza e di menefreghismo verso il prossimo Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Comunitadigitali.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Tecnologia di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano