Accerchiatori e accerchiati: scoppiano le risse su Google Plus

Scritto da: -

In Google Plus le cerchie ti permettono di incerchiare chiunque, ma devi stare attento a non imbatterti in certi personaggi che sentendosi accerchiati ti attaccano. Scopri che sta succendendo su Blogosfere.

cerchie.png

Le cerchie di Google Plus sono già diventate un tormentone. Mi cerchii o non mi cerchii? Credo si scriva con due ii per sottolineare la differenza fra accerchiare e incerchiare. A quanto pare molesti personaggi stanno scatenando risse da pub in G+ per il semplice fatto di essere stati aggiunti in una cerchia da uno sconosciuto. Segno che ancora non è ben chiaro quale sia il meccanismo delle cerchie, che per altro suggerisco di estendere alla nostra totale presenza sui social network. La sintesi di quello che sta succedendo è nel profilo (pubblico) di Ploffy C (foto).

Capisco il paradosso: il network è a inviti (non ce l’hai ancora? chiedilo), ma il nostro profilo pubblico. Sta a noi decidere con chi condividere i nostri post. Ecco però quello che sta succedendo nel social network di Mountain View.

Stasera sono stato trattato a pesci in faccia per aver cerkyatoh uno che non conoscevo qua su sto social. Per fortuna che i pesci erano piccoli e freschi… ha scritto Rudy Bandiera l’altro ieri generando una discussione infinita, giunta fino al mio stream grazie a commenti (una cinquantina) e +1.

Che gli hanno detto di tanto cattivo al buon Rudy? +Rudy Bandiera Cosa diavolo mi aggiungi alle tue cerche, ma chi ti conosce? Davvero convinto si faccia così web marketing? No, perché, per chi di web se ne intende, non c’è nulla di peggio di tale spam indiscriminato. […]. Non sei capace. Yuo’re doing it wrong

Che senso ha stare su un social network e poi non accettare di stare al gioco? chiede Martina Spinaci, in attesa che dopo i rompipalle su G+ arrivino i rimorchiatori rimasti a secco su Fb.

Intanto che aspettiamo i profili certificati, ecco Andrea Baccega che denuncia Phisher di utenti. Toglieteli dalle vostre cerchie. Come operano? Semplice, ti accerchiano spacciandosi per altri.

Andrea Zotti chiede: Non basta non averlo nelle cerchie? Cioè, se uno mi aggiunge, automatico me lo piglio nello stream? E’ forse questo che turba i sonni di tanti utenti G+? La risposta è no, il curioso finisce nello stream “Incoming” e lo puoi bloccare (bottone in basso a sinistra nella sua pagina).

Questo scambio di battute (pubblico) è fantastico.

P. Chiunque può accerchiarmi, e io posso dire a chiunque che è meglio che vada a lavorare invece di passare le giornate ad accerchiare gente a caso. Ci vuole anche del tempo a infilare gente nelle cerchie. Tempo sottratto a produrre reddito. Ma ops. Evidentemente c’è chi non ha un cazzo di meglio da fare.

S Per cerchiare basta un secondo, trovare persone come te, a volte non basta una vita!

google-plus-cerchie.png

In un altro post Roberta Bonzano scrive: Ok, mi hai aggiunto alle tue cerchie… ma perché?? :) Mi dici chi sei? Nei commenti trovo questo botta e risposta:

Nicola D’Ercole per vedere se sei una persona interessante da seguire… se non lo sei ti scerchio…

Roberta Bonzano Nicola allora decerchiami pure che scrivo quasi solo in cerchie private

Nicola D’Ercole come preferisci… ;) probabilmente l’utilizzo della mail è più consono all’idea di social che hai :)

Crimilda La Rossa tenta di spiegare: non è fb Roberta. Se ci pensi, anche su ff eravamo tutti sconosciuti o no?

Alexiel - Ilaria scrive quello che avrei detto io: Il discorso del “Non ti conosco” lo si può fare su FB, perché lì puoi scegliere se accettare o no l’amicizia, ma non lo si può fare qui o su twitter, dove posso decidere di seguire chiunque solo perché mi fa piacere leggerlo. E poi, che male c’è? Tanto, pure se seguo Caio, lui può benissimo postare solo per le sue cerchie e quindi non farmi mai leggere nulla. La gente che si fa problemi da questo punto di vista avrebbe bisogno di farsi vedere. Da uno bravo.

Caterina Policaro prova a mettere il copyright sul termine “ti decerchio” ed Edoardo Poeta le risponde: Vediamo se questo “decerchio” avrà successo (il che sarà proporzionale probabilmente al successo di questa plattaforma […]

Salvatore Visci scrive: Pensate: i + fortunati tra voi potranno avere il previlegio di entrare nella cerchia “ Chi cazzo sei? ”. Ficono? E ancora: Ho fatto quadrare le cerchie. Ora è stato accerchiato solo chi è stato riconosciuto.

Comunità Digitali ha aggiunto alle proprie cerchie tutti gli utenti suggeriti da Google Plus. Sono quasi cinquemila, di cui oltre 1.100 hanno ricambiato l’accerchiamento. Nessuno ha risposto con messaggi malvagi, segno che o è un blog simpatico o che comunque questo tipo di spam (be’ sì, accerchiare qualcuno è un po’ come spammarlo no? i due termini sono brutti abbastanza) è tutto sommato accettabile, perché consente di fare nuove conoscenza aprendosi poco a poco. 

Un unico dubbio: ho aggiunto anche io Ploffy C.: temo la sua risposta.

Vota l'articolo:
2.91 su 5.00 basato su 22 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Accerchiatori e accerchiati: scoppiano le risse su Google Plus

    Posted by:

    Perchè gira e rigira caro Silvio è come nella vita, qualcuno che si deve far vedere da qualcuno bravo c\'è sempre, giusto per dare un colpo al cerchio.....e uno alla botte. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Accerchiatori e accerchiati: scoppiano le risse su Google Plus

    Posted by:

    E alla fine ti ha risposto Ploffy? XD Comunque sono daccordissimo con te/voi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Accerchiatori e accerchiati: scoppiano le risse su Google Plus

    Posted by:

    Ma scusatemi, sarò probabilmente banale, ma il funzionamento non è lo stesso di Twitter? Non ricordo tutte queste sotrie ai tempi: se vuoi seguirmi seguimi, se non voglio che tu mi segua ti blocco. Non è questo il principio che regola il tutto? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Accerchiatori e accerchiati: scoppiano le risse su Google Plus

    Posted by:

    Sai, ho riso leggendo il tuo post... Tii aggiungo alle cerchie allora, attento :) Scritto il Date —